News

  +39 347 5975018
  info@fabiomiglioranzi.it

13/01/2016 - RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA OPERANDO DALL'INTERNO

A Lugagnano di Sona il geom. Fabio Miglioranzi insieme al geom. Giuseppe Mosconi (direttore del progetto CQ “Quality-Building”) si sono confrontati in cantiere riguardo le opere di riqualificazione energetica di una porzione di bifamiliare costruita nei primi anni 70. Da subito è emersa una chiara linea d’intervento a seguito della progettazione esecutiva dei nodi, che ha tenuto conto del futuro isolamento a cappotto e del fatto che intervenendo dall’esterno non si sarebbero risolte tutte le problematiche di mitigazione dei ponti termici. Le scelteprogettuali, ha spiegato il progettista geom. Fabio Miglioranzi sono state definite con particolare attenzione all’ottimizzazione del costo d’intervento, valutando correttamente le caratteristiche fisico-meccaniche dei materiali per garantire benessere indoor, qualità costruttiva e durabilità, scongiurando problematiche future. Importante è stata la scelta di eseguire delle contro-pareti interne a ridosso delle partizioni perimetrali, mediante l’utilizzo di blocchi in calcestruzzo cellulare autoclavato da cm. 8 con una conducibilità lambda di circa 0.13 W/mK. Il materiale scelto oltre ad avere la capacità di rallentare il flusso di calore verso l’esterno, ha un interessante capacità igroscopica, ed è in grado di assorbire e tenere in sospensione l’umidità che si forma abitualmente nelle abitazioni rilasciandola in tempi e condizioni diverse. Particolare attenzione andrà posta sulla scelta della tipologia di finitura e pittura che dovranno avere determinate caratteristiche di diffusione al vapore acqueo. I nodi che hanno richiesto maggiore attenzione a livello progettuale ed esecutivo sono stati quelli del serramento. Il vecchio cassonetto è stato sostituito con un nuovo sistema integrato completo di isolamento termico (pronto per l’intonacatura). Il controtelaio del serramento è stato progettato in multistrato di conifera ad incollaggio fenolico accoppiato ad isolante poliuretanico (conducibilità lambda 0.028 W/mK). Altro punto delicato, in quanto soggetto a condensazione superficiale ed interstiziale (con relativaproliferazione di colonie fungine) è lo sguincio interno, la criticità è stata risolta tramite l’applicazione di pannelli in calcio silicato (conducibilità lambda 0.058 W/mK), materiale in grado di tenere in sospensione l’acqua di condensazione fino a 3 volte il suo peso rilasciandola, come per il calcestruzzo cellulare autoclavato, in tempi e condizioni diverse


CONTATTI

Per qualsiasi informazione o consulenza compili il form di seguito e la contatteremo quanto prima.

ho letto l’informativa sulla privacy.